Femminicidio, fenomeno oltre livello di guardia

Da giugno ad oggi 24 omicidi di donne ricordati in Senato da una staffetta dolorosa ed infinita.

 

Quello avvenuto nella notte a Sassari è l’ennesimo intollerabile caso di femminicidio. Un fenomeno sul quale lo Stato ha il dovere di intervenire con forza e con immediatezza, attivando ogni tipo di strumento che possa prevenire e contrastare atti gravissimi Atti che si ripetono a cadenza oramai sempre più frequente. Dal mese di giugno in Senato a fine seduta viene ricordata una donna vittima di femminicidio. Una sorta di staffetta che serve a voler dare un segnale di attenzione continua verso questo fenomeno negativo. In pochi mesi sono già 24 le donne che sono state ricordate nell’aula di Palazzo Madama. Questo solo per dare un’idea di quello che sta accadendo L’elemento comune è sempre la violenza a cui vengono sottoposte le donne a volte, come è il caso di questa notte, fino ad essere private della vita. È il momento di dire realmente basta e a questo punto non serve solo l’attenzione e la consapevolezza di essere di fronte ad un problema da affrontare con decisione. È necessario dare tutela, sostegno, risposte ed aiuti concreti a tutte le donne che vivono situazioni di potenziale pericolo. Bisogna agire con severità e con un monitoraggio costante di tutte le situazioni a rischio. Diciamo a tutte le donne ma sarebbe più giusto dire a tutte le famiglie perché nelle storie di femminicidio ci sono anche altre vittime e ci riferiamo ovviamente alle figlie e ai figli delle donne che vengono uccise.

 



Categorie:Diario, In Sardegna, Politiche, Salute e sociale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: