Sulle autorità portuali decida il Parlamento con le istituzioni locali, non un ufficio del ministero

Interrogazione del senatore del PD Silvio Lai. “La riforma deve puntare allo sviluppo degli scali marittimi della Sardegna e non all’ennesimo sacrificio chiesto solo alla nostra regione”. 

“L’annunciata riforma delle autorità portuali non deve essere l’ennesimo sacrificio chiesto solo alla Sardegna. La decisione sulla creazione di un unico ente e sulla dislocazione della sede deve essere assunta dal parlamento e dopo le necessarie interlocuzioni con le istituzioni locali”. Lo chiede in un’interrogazione inviata al Ministro dei Trasporti Lupi il senatore del PD Silvio Lai che fa riferimento in premessa alle notizie apparse in questi giorni sugli organi di informazione. “Sembrerebbe – scrive Lai –  che sia stato già individuato il nome del nuovo commissario dell’autorità portuale del Nord Sardegna  e che il Ministro starebbe per firmare il decreto di nomina. Questo mentre l’authority che gestisce gli scali di Olbia, Porto Torres e Golfo Aranci attende da mesi che venga scelto il nuovo Presidente, individuato tra le terne proposte dagli enti locali del territorio, un figura in sostanza che dovrebbe essere in grado di poter rilanciare gli scali marittimi del nord Sardegna”. La preoccupazione del senatore del PD e che questa scelta sia il preludio alla annunciata riforma delle autorità portuali che porterebbe la Sardegna ad avere un solo ente chiamato a gestire tutti gli scali dell’isola. Da qui la decisione di interrogare il Ministro per chiarire quale siano gli intendimenti del governo. “La scelta dell’accorpamento delle due attuali authority – scrive Lai –  deve tener conto delle peculiarità del nostro territorio ma deve soprattutto puntare a garantire il necessario sviluppo degli scali marittimi sardi. Per questo motivo è necessario che gli enti locali possano svolgere un ruolo importante nella decisione che dovrà comunque essere assunta dal parlamento”. Al Ministro Lupi viene chiesto dunque “se corrisponda al vero che si stia per firmare la nomina del nuovo commissario per l’autorità del Nord Sardegna, se il governo stia pensando di procedere all’accorpamento in un unico ente e, in caso di risposta affermativa, se non ritenga utile avviare tutte le necessarie interlocuzioni con le istituzioni locali per arrivare ad una decisione definitiva che vada nella direzione del potenziamento e dello sviluppo degli scali marittimi dell’isola”.

Annunci


Categorie:Diario

Tag:, , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: